Cos'è il Foxtail nella Cannabis e Da Cosa È Causato?

Published :
Categories : Altre materieVarietà di cannabis

Cos'è il Foxtail nella Cannabis e Da Cosa È Causato?

Il foxtailing è un fenomeno che si manifesta sulle piante di cannabis, e avviene quando le cime sviluppano una forma irregolare e anomala. Leggete l'articolo per scoprire tutto sul foxtailing, le sue cause e i suoi effetti sul raccolto.

Che siate coltivatori alle prime armi o esperti dal pollice verde, probabilmente avrete già sentito parlare del foxtailing. Ma per quale motivo le cime assumono questa caratteristica conformazione? In questo articolo analizzeremo il foxtailing nella cannabis, le sue cause e le strategie per prevenire e trattare i foxtails nelle piante.

COS'È IL FOXTAILING?

Il foxtailing è una sorta di malformazione anatomica talvolta presente nelle piante di cannabis. I fiori della cannabis, le cosiddette cime, sono formate da grappoli di calici non fecondati. Se la pianta viene impollinata da un esemplare maschio, ogni calice potrebbe sviluppare un seme. I calici non fecondati, tuttavia, si gonfiano fino a formare le gemme che tutti noi conosciamo e apprezziamo.

In una cima di cannabis normale, i calici crescono ravvicinati gli uni agli altri, attorno ai rami della pianta, fino a formare piccole pepite rotonde. I foxtails, invece, si sviluppano quando i calici crescono in modo disomogeneo, creando fiori dalla forma irregolare e asimmetrica.

Cannabis foxtailed calyces

QUALI SONO LE CAUSE DEL FOXTAILING?

Il foxtailing può essere causato da difetti genetici o dallo stress. Se state coltivando all'aperto, il foxtailing è quasi sempre legato al patrimonio genetico della pianta. Infatti, alcune varietà di cannabis hanno una maggiore tendenza a sviluppare foxtails.

In ambienti chiusi il foxtailing può essere causato da variazioni traumatiche del ciclo di illuminazione durante la fase di fioritura. In questo caso, le piante inizieranno a sviluppare foxtails nelle parti del fiore eccessivamente esposte alla fonte luminosa. Questo fenomeno avviene molto frequentemente negli ambienti illuminati con lampade al sodio o al plasma. Gli esemplari che sviluppano foxtails spesso presentano anche foglie ingiallite o bruciate, a causa del calore ricevuto.

I FOXTAIL NELLA CANNABIS SONO UN FATTORE NEGATIVO?

La questione è un po' complicata. Tecnicamente, il foxtailing non compromette negativamente le cime, ma altera semplicemente la loro struttura anatomica. Si tratta dunque di un problema principalmente estetico. Per alcuni coltivatori il foxtailing è persino piacevole. Altri affermano che un leggero foxtailing può aumentare le rese complessive, ed è quindi un elemento positivo.

Purtroppo, in alcuni casi il foxtailing può formare una struttura alta e allungata all'estremità del fiore. Anche se succede raramente, questo evento può impedire una corretta distribuzione della luce sul resto della pianta. Di conseguenza, lo sviluppo delle cime risulta compromesso, e ciò potrebbe influire sul raccolto finale.

COME SI PUÒ EVITARE E TRATTARE IL FOXTAILING?

Non si può fare molto per prevenire il foxtailing. Se state coltivando indoor, dovete controllare costantemente che le vostre piante non siano troppo vicine alle lampade. Negli esemplari coltivati all'aperto, il foxtailing dipende prevalentemente da fattori genetici, pertanto non si può fare assolutamente nulla per prevenirlo. L'unica soluzione è scegliere delle varietà meno propense a sviluppare foxtails.

Se notate i primi segnali di foxtailing nelle vostre piante coltivate indoor, dovete immediatamente allontanarle dalla fonte luminosa. Purtroppo, oltre a favorire il foxtailing, lo stress provocato dal calore o dalla scorretta illuminazione può compromettere la potenza delle cime e le rese finali. È dunque consigliabile monitorare attentamente gli esemplari ed agire tempestivamente ai primi sintomi di foxtailing, per ridurre al minimo i danni alle cime causati da luce/calore eccessivi.