Come far germinare i semi di Cannabis

Published :
Categories : Coltivazione di cannabis

Come far germinare i semi di Cannabis

Coltivare Cannabis partendo dai semi non è più difficile che coltivare qualsiasi altra pianta. Non ci vuole un particolare tocco magico o il pollice verde

Coltivare la Cannabis, partendo dai semi, non è più complicato che coltivare qualsiasi altra pianta. Non bisogna avere il tocco magico né un pollice particolarmente verde. E non è richiesta una particolare conoscenza nel campo dell'orticoltura. Per diverse ragioni, coltivare piante di Cannabis partendo dal seme è sempre meglio, dato che offre risultati più soddisfacenti rispetto alle piante di Cannabis che si sviluppano dai cloni. E la via del successo di una pianta che produca cime di alta qualità comincia dalla germinazione del seme.

Che cos'è la germinazione?

Se non avete mai coltivato prima d'ora una pianta, di nessun genere, la germinazione indica, semplicemente, la fase in cui un seme germoglia ed avvia la propria crescita. Ogni seme, per quanto possa apparire minuto, duro e secco, racchiude l'embrione di una pianta, acqua e, anche, una scorta di alimentazione. Tutto ciò di cui ha bisogno è di una spinta iniziale per germogliare e avviare la propria vita, ed esistono diversi metodi per ottenere ciò. Ciascun metodo può avere successo: potete decidere di provarne uno o due e vedere con quale tecnica otterrete i risultati migliori.  Prendetelo come un esperimento scientifico divertente, il cui gran premio finale potrebbe essere una pianta di Cannabis in salute e da amare.

Procurarsi i semi online è la strada migliore per ottenere una pianta di Cannabis buona ed affidabile, che vi offrirà le migliori chance di produrre ottime cime. Potete trovare semi in un prodotto già finito, ma le probabilità che questi siano morti o secchi sono elevate. Semi secchi o vecchi difficilmente germineranno. Questo tipo di semi, che potreste trovare nelle vostre bustine, saranno, probabilmente, piuttosto scuri e dall'aspetto opaco, e questo è un segno sicuro che sono morti, secchi o vecchi. I semi sani, acquistati online, appariranno freschi e cerosi, segnale che confermerà che si tratta di semi giovani, sani e pronti per la germinazione.

Il Metodo della Carta Assorbente

Ovunque voi viviate, la primavera giunge quando una pianta cresce incredibilmente rigogliosa e nuovi getti color verde acceso compaiono su di essa. La chiave del successo per la germinazione di un seme di Cannabis è quella di riprodurre condizioni simili a quelle primaverili, inducendo i vostri semi verso lo stato vegetativo. Ciò significa che i semi devono essere umidi, ma non inzuppati, e mantenuti al caldo, ma non bollenti.

Un modo semplice per ottenere questo è piazzare i semi tra diversi strati di carta assorbente inumidita. Un buon metodo potrebbe essere ricorrere direttamente a vera acqua piovana; infatti, se vivete in una zona piovosa, potrete raccoglierne un po' semplicemente ponendo un qualsiasi recipiente all'aperto. Diversamente, se non vivete in una zona troppo piovosa, potrete sostituirla con acqua distillata in bottiglia. Inumidite la carta assorbente con acqua priva di sostanze contaminanti, assicurandovi che non sia fradicia o gocciolante, e ponete i semi fra gli strati.



A questo punto dovrete porre la carta con i semi all'interno di una busta di plastica: ciò serve per creare un ambiente umido, in atmosfera calda, come in una serra. Potete sistemare la carta assorbente anche su un piatto di vetro o in una teglia da forno e coprirla con della pellicola. Trovate un posto buio in casa vostra dove sistemare i vostri semi in attesa che germoglino. Un cassetto della vostra cucina o una libreria chiusa sono ambienti di germinazione perfetti.

Controllate i semi quotidianamente e assicuratevi che la carta assorbente non sia asciutta. Quando comincia a seccarsi, bagnatela semplicemente con più acqua e strizzatela leggermente. Non lasciate che si accumuli troppa acqua nel sacchetto o nel piatto in cui avete sistemato i semi. Questo processo può richiedere dai 5 ai 12 giorni. Durante questo periodo si dovrebbe iniziare a notare una lieve spaccatura assiale lungo il seme ed una piccola ma robusta radice comincerà ad uscire.

Metodo Direttamente-Nel-Substrato

Molti coltivatori ritengono che sia più facile e più naturale piantare semi di Cannabis direttamente nel terreno in cui cresceranno e prospereranno. Se decidete di utilizzare il metodo di germinazione in terra, ricordatevi che dovete sempre tenere i semi invasati al chiuso. I semi piantati all'aperto avranno davvero poche possibilità di germinare, a causa dell'ambiente assolutamente incontrollabile. Il vantaggio a piantare i semi direttamente in terra sta nel fatto che non dovrete trapiantare i piantini una volta germogliati. Il processo di travaso, infatti, può causare uno shock all'apparato radicale di una giovane pianta, e molte persone hanno dei seri problemi a prendersi cura di una piantina di Cannabis durante questo processo.



Per il metodo in terra, avrete bisogno di procurarvi vasi robusti con fori di drenaggio, terriccio e un fertilizzante secondario per piante. Mescolate, quindi, il fertilizzante e il terriccio e riempite il vaso con questo specifico mix, tamponando leggermente. L'ideale sarebbe cominciare con un vaso molto piccolo, non più di 8cm di diametro. Irrigate il substrato con acqua distillata o acqua piovana, facendo attenzione a non inzupparlo. Con un dito fate un buco di circa 3cm di profondità e inseritevi il seme. Cercate di posizionare il seme con bordo appuntito rivolto verso il basso.

Il vaso con il seme appena piantato dovrà essere sistemato in una zona calda al chiuso. Un sistema di riscaldamento potrebbe essere posto al di sotto del vaso, per aiutare il terriccio a mantenere una temperatura adeguata alla germinazione; oppure potreste fornire calore ed umidità tagliando una bottiglia di plastica a metà e posizionandola gentilmente sopra il vaso, realizzando una sorta di piccola serra. E`importante che la piantina non venga disturbata, pertanto resistete alla tentazione di scoprirla per verificare se abbia germinato. Si dovrebbe poter osservare la pianta sbucare dal terreno, più o meno, tra i sette e i quattordici giorni dopo la semina, a seconda della varietà e dell'età dei semi.


Un altro ottimo modo per far germinare i semi di cannabis è quello di utilizzare un seedkit. Per un'eccellente spiegazione su come utilizzare il seedkit, andare a Zambeza Seeds.

Substrati per la germinazione alternativi

Ci sono diverse altre sostanze che possono costituire un valido substrato per la germinazione dei semi di Cannabis, e le tecniche applicate in questi casi sono le stesse adottate per il metodo in terra. La lana di roccia è un materiale in fibra naturale adottato di preferenza per la sua porosità e i semi vi possono essere piantati direttamente per la germinazione. Può essere acquistata in cubetti già pronti, per una semina più semplice, e sono facilmente reperibili nei negozi di articoli per la casa.

La pietra lavica è un altro tipo di substrato che favorisce con successo la germinazione ed è notevole in quanto fornisce una grande superficie per lo sviluppo di un sistema radicale sano. Tuttavia, non regge una quantità d'acqua analoga a quella gestibile con terra o lana di roccia e, per questo, non è il substrato adatto ai coltivatori inesperti.