Come Travasare La Vostra Cannabis Per Avere Delle Piante Più Grandi

Published :

Come Travasare La Vostra Cannabis Per Avere Delle Piante Più Grandi

Il travaso è un elemento chiave nel ciclo di crescita della pianta di cannabis, che darà alle radici delle vostre piante più spazio per espandersi e crescere; ciò permetterà loro di assumere più acqua e nutrimento, con il risultato di piante sane ed un rendimento ottimale.

Travasare le vostre piante di maria in vasi e recipienti più grandi, nel momento più appropriato del loro ciclo di crescita, è una manovra importante dal punto di vista di uno stato di salute e dei rendimenti ottimali. Lasciare le vostre piante nello stesso vaso per troppo tempo, perfino dopo che sono cresciute troppo per starci dentro, ridurrà il loro potenziale e farà intrecciare le radici, e la crescita si fermerà. Il travaso è importante, ma è fondamentale che sia eseguito correttamente per evitare di stressare le vostre piante di cannabis ad un punto tale da comprometterne la crescita.

QUANDO TRAVASARE

Nel corso del ciclo di crescita delle vostre piante d'erba, potrebbero esserci diversi momenti in cui potete scegliere di travasarle in contenitori di volta in volta più grandi, per permettere loro di crescere in modo più efficace. Ma da dove cominciare? Ebbene, dopo che avete seminato la vostra coltura nel terreno, questa entrerà nella fase di pianticella, dopo che hanno avuto luogo la germinazione e la prima crescita.

PRIMI TRAVASI

Dopo la prima crescita, le vostre piante di cannabis cominceranno a mostrare il loro cotiledone: le prime due foglie che emergono dalla pianta. Queste foglie somigliano molto a dei germogli di crescione appena spuntati. Poco tempo dopo che il cotiledone è diventato visibile ed ha lasciato il suo segno, si separa e lascia la strada libera per l'emergere delle prime vere foglie. Queste foglie portano il caratteristico look della marijuana, sfoggiando bordi seghettati e l'apice a punta.

Travasare in questo stadio è un pochino troppo presto, quindi assicuratevi soltanto che le vostre bambine abbiano acqua a sufficienza e una quantità di luce adeguata perché possano compiere la fotosintesi.

Entro un periodo di massimo 6 settimane, le vostre piante dovrebbero cominciare a manifestare una rapida crescita delle foglie, ed il loro sistema radicale sarà discretamente sviluppato. In qualunque cosa abbiate piantato i vostri semi, sia un pezzo di lana di roccia o una scatola di germinazione, a questo punto dovrebbe essere evidente che il sistema di radici delle vostre piante si sta espandendo troppo rapidamente per restare in uno spazio ristretto.

A partire da questo momento, riempite un vaso più grande con l'elemento di coltura che avrete scelto, come per esempio un terriccio di alta qualità, scavate nel centro un buco abbastanza grande da poter contenere il sistema radicale delle piante, ed introducetele nella loro nuova casa provvisoria. Aggiungete uno spruzzo d'acqua per far sentire le vostre piante a casa.

POSSIBILE SECONDO TRAVASO

Entro circa 3 settimane dopo questa mossa, l'aumento di spazio, nutrimento, e della quantità d'acqua, avrà consentito una sufficiente crescita ulteriore. Se state coltivando in casa, potreste voler mantenere le vostre piante nel loro secondo recipiente, così da impedir loro di crescere troppo e raggiungere dimensioni eccessive, e troppo evidenti. Specialmente le Sativa tendono a crescere fino a dimensioni che possono essere non gestibili in uno spazio di coltura indoor. Potreste volerle travasare un'altra volta, in un vaso più grande all'aperto.

COME TRAVASARE

A prescindere da come avete fatto germogliare le vostre piante di cannabis, quando finalmente saranno cresciute in maniera eccessiva per il loro recipiente iniziale, avranno bisogno di essere spostate in un vaso più grande per permettere la crescita di un sistema radicale più esteso; questo assorbirà quantità d'acqua e nutrimento sempre maggiori, il che contribuirà alla fine ad un rendimento abbondante e di buona qualità. Ma come farlo in maniera corretta, in modo da evitare possibili danni o fattori di stress?

Prima di travasarle, lasciate che le vostre piante facciano il loro drenaggio e si asciughino per qualche ora. Ciò renderà il terreno meno esposto a cedimenti, e quindi a potenziali danni al sistema delle radici quando lo rimuovete dalla sua dimora originaria.

Se la vostra pianta prima di essere travasata si trova già in un vaso, esercitate una lieve pressione sull'esterno del vaso, stringete il gambo con le dita, capovolgete il vaso e lasciate che il sistema delle radici, avvinghiato al terriccio, scivoli via, pronto ad essere trasferito nell'altro vaso più grande. Innaffiate il nuovo vaso con all'incirca la stessa quantità d'acqua cui la pianta era abituata precedentemente, per evitare di saturare d'acqua il terreno. Continuate in questo modo per un paio di giorni.