Come L'Industria Della Canapa Viene Comparata Al Cotone Come Coltivazione Ecologica

Published :
Categories : Altre materie

Come L'Industria Della Canapa Viene Comparata Al Cotone Come Coltivazione Ecologica

La canapa industriale sembra che batta il cotone praticamente in qualsiasi forma, dall'uso di pesticidi ed acqua, agli aiuti alla salute e nei differenti usi nell'edilizia sostenibile. Leggete per scoprire come la canapa industriale viene comparata al cotone come coltivazione ecologica.

La canapa è stata un alleato dell'umanità per molti millenni fino a quando è subentrato il proibizionismo restrittivo del ventesimo secolo. Come uno dei più antichi materiali industriali conosciuti all'uomo, la canapa, è stata utilizzata da diverse culture datate oltre 10,000 anni fa.

Soddisfando molti ruoli integrali come coltivazione agricola, la canapa, viene utilizzata per la produzione di fibre, cibo, olio e recentemente nella produzione di materiali edili. Nell'era del colonialismo, i cittadini americani furono legalmente obbligati a coltivarla, un clima decisamente differente dalla legislazione corrente che circonda l'uso e la coltivazione della canapa.

CANAPA E CANNABIS

La canapa è naturalmente affermata come centrale elettrica industriale ed economica. Finora, questa varietà di pianta è inseparabile dalla cannabis psicoattiva e ha portato le leggi e ordinamenti a proibirne la coltivazione in certe parti del mondo. Fu il Marihuana Tax Act passato nel 1937 che vide la cementazione della proibizione della canapa.

La canapa industriale si differenzia in diversi modi dalla cannabis ricreazionale e medicinale, con alcuni requisiti dettati il quale, la canapa industriale, deve contenere meno dello 0.3 percento di THC in ordine da poter essere legalmente coltivata. Pure con queste trascurabili concentrazioni, il governo, continua a classificare la canapa come sostanza soggetta a restrizioni facendo pagare un grande costo all'ambiente, all'economia e alle innovazioni sostenibili.

Altre coltivazioni industriali creano a sufficienza una sostituzione alla canapa, anche se questi prodotti sono spesso inferiori di qualità e come impatto ambientale. Il cotone è una coltivazione capace di produrre fibre per i vestiti, cibo per il bestiame ed olio che può essere usato un una grande varietà di prodotti. Comunque ha un lato sinistro se comparato alla canapa, con produttori che usano una massiccia quantità di acqua e pesticidi per poter ottenere grandi raccolti. In aggiunta il cotone non può competere con la canapa quando si tratta di diversità e innovazione.

USO DI PESTICIDI

Essendo un'area sotto investigazione, l'uso di pesticidi probabilmente è quello che maggiormente differenzia queste due coltivazioni industriali. Entrambe possono essere coltivate in modo organico anche se, non è un obbligo per i coltivatori. Comunque anche quando si coltiva in modo non organico, la canapa necessita di zero pesticidi o erbicidi e solamente solo moderate quantità di fertilizzanti per prosperare.

A differenza della canapa, il cotone, necessita di grandi quantità di pesticidi ed erbicidi per crescere in modo vigoroso. Si conta che il cotone è circa il 2.5 percento delle zone agricole mondiali ed utilizza circa il 16 percento del totale dei pesticidi disponibili sulla terra. Prodotti chimici pericolosi vengono usati per il cotone e solitamente includono aldicarb, methamidophos, ed Endosulfano.

Secondo il Pesticide Action Network dell'America del Nord, “Pesticidi usati nel cotone - anche se usati seguendo le istruzioni - danneggia le persone, la natura e l'ambiente. Questi pesticidi possono avvelenare i lavoratori delle aziende agricole, finire nelle comunità limitrofe, contaminare acque delle falde e superficiali ed uccidere insetti benefici e micro-organismi del terreno.

UTILIZZO DELL'ACQUA

Secondo The Water Project, il 70 percento della terra è ricoperto d'acqua, con il 97.5 percento salata. Solo il 2.5 percento di questa è acqua dolce e intorno al 68.7 percento è congelata e racchiusa nei ghiacciai. Questo significa che solo l'1 percento dell'acqua sulla terra è disponibile per essere utilizzata dall'essere umano. Ovviamente ci sono metodi usati per rendere l'acqua salata potabile ma, fattori come la scarsità e siccità, fanno che la conservazione dell'acqua sia un obiettivo essenziale. Quindi, questo cos'ha a che fare con il discorso fra canapa industriale e cotone?

Bene, è sbalorditivo che servano 20,000 litri d'acqua per la coltivazione di 1kg di cotone industriale. In alternativa, servono solamente 300-500 litri d'acqua per produrre 1kg di canapa essiccata.

Uno studio che analizza le richieste ecologiche di diverse coltivazioni industriali, inclusi cotone e canapa, dice che “In molte delle regioni dove il cotone cresce, le piogge non sono sufficienti a provvedere la necessaria umidità per la crescita della coltivazione e per una resa commerciale autosufficiente. Quindi, la quantità di pioggia disponibile, deve essere supportata da ulteriore umidità proveniente dalle irrigazioni. Il quantitativo di acque fornito attraverso vari modi o irrigazione, più comunemente attraverso la superficie (inondazione, solchi e ondulazione) rappresenta una grande richiesta in quello che spesso, sono limitate riserve d'acqua totale”.

EFFICENZA

E' evidente che la canapa è più ecologica quando si tratta di uso d'acqua e pesticidi. Ma come si comparano quando si tratta di efficenza? Bene, sembra che la canapa batte il cotone anche in questo, specialmente in termini di utilizzo di terre. Basato su un'anno, 1 acro di canapa industriale produce approssimativamente lo stesso quantitativo di fibre di 2-3 acri di cotone.

QUALITÀ DELLE FIBRE

Le fibre della canapa sono incredibilmente durevoli e strutturalmente sicure, abbastanza da essere utilizzate per fare tele, corde resistenti ed anche vele per navi. Per quanto riguarda l'abbigliamento, e riportato che la canapa si ammorbidisca nel tempo invece di rovinarsi.

IL POTENZIALE INDUSTRIALE DELLA CANAPA

Siete pronti ed essere sorpresi? Ora che avete le idee chiare sui benefici ecologici della canapa, i suoi svariati utilizzi nel mondo industriale, chiarirà ulteriormente le vostre idee sulla sua naturale versatilità. Benché la canapa necessiti di un grande carico lavoro, specialmente durante la sua lavorazione, sembra che sia molto varia ed affidabile. L'influenza imponente della canapa, sulla catena di fornitura di numerose industrie, include l'utilizzo in lettiere per animali, isolamento, calcestruzzo, reticolato, tappeti, borse, scarpe, abbigliamento, compositi bio, carburante bio, cartone, carta e filtri. Questa lista rappresenta semplicemente le cose che può produrre il suo stelo, mentre i semi della pianta di canapa possono produrre pane, latte di canapa, carburante, condimenti, cosmetici, cibo per animali e farina.

CARTA

La carta prodotta dalla canapa industriale, si dice che sia superiore di quella prodotta dagli alberi e che possa durare più a lungo ed essere riciclata più volte. Quello che è ancora più impressionante è che, basato sugli anni, 1 acro di canapa industriale può produrre lo stesso quantitativo di carta prodotto in 2-4 acri di alberi. Questo è incredibile considerando quanto veloce cresca la canapa a confronto con gli alberi. Infine, è molto più efficiente e rispettoso dell'ambiente utilizzare la canapa per produrre carta, a differenza degli alberi, considerando le ripercussioni della deforestazione.

MATTONI IN CANAPA

I mattoni in canapa sono l'esempio dell'efficacia della canapa industriale come materiale edile. Fatta da una miscela di pezzi di canapa e calce, i mattoni in canapa, possono essere usati per creare muri in combinazione con altri materiali ed isolanti. I mattoni in canapa sono sorprendentemente “migliori dei materiali Zero Carbon” perché chiudono fuori più carbonio durante tutta la vita dell'edificio che quello emesso durante la sua costruzione.

LA CANAPA COME CARBURANTE?

La canapa può essere usata per fare un metanolo in modo più efficiente che con altre piante come il mais. Hempcar.org è un sorprendente esempio di una macchina motorizzata dalla canapa che ha viaggiato 13,000 miglia, visitato 50 città in un periodo di 92 giorni usando 600 galloni di carburante di canapa.

LA CANAPA PER LA SALUTE DEL TERRENO

La canapa è conosciuta per il suo uso in un processo chiamato Fitorisanamento dove rimuove tossine ed inquinamento dal terreno.

CARBONIO NEGATIVO

La canapa è celebrata per la sua pazzesca abilità di assorbire grandi quantità di CO2 quando cresce. E' stato calcolato che ogni tonnellata di canapa cresciuta rappresenta 1.63 tonnellate di CO₂ assorbiti.

Il famoso attivista Jack Herer, ha commentato sui benefici ambientali della canapa osservando che:

“Se tutti i carburanti fossili e i loro derivati, gli alberi per la carta e costruzioni fossero vietati in modo da salvare il pianeta, invertire l'Effetto Serra e fermare la deforestazione, dopo, ci sarebbe solamente una risorsa naturale conosciuta, che si rinnovi annualmente e che possa provvedere globalmente carta e tessili, energia necessaria al trasporto, all'industria e alle case e simultaneamente ridurre l'inquinamento, ricostruire il terreno e ripulire l'atmosfera nello stesso momento. Quella sostanza, è la stessa che lo ha già fatto precedentemente: la Cannabis Canapa”.

SEMI DI CANAPA

L'umile seme di canapa è un alimento nutrizionalmente denso, ricco di incredibili potenziali sulla salute umana. Contiene alte quantità di acidi grassi omega-6 e omega-3, i semi di canapa, sono anche una fonte di proteine che, sono circa ¼ delle loro calorie totali. I semi di canapa offrono un alto contenuto di vitamina E, fosforo, potassio, sodio, magnesio, zolfo, calcio, ferro e zinco. Hanno anche un potenziale nel ridurre rischi di malattie cardiovascolari, migliorano i problemi della pelle, alleviano i dolori mestruali e sintomi di menopausa ed aiutano con la digestione.